fbpx
Close
Type at least 1 character to search
Torna su
david shrigley

5 cose che (forse) non sai su David Shrigley8 min read

5 cose che (forse) non sai su David Shrigley

Il talento di David Shrigley va ben oltre le sue bellissime illustrazioni online.

di Priscilla De Pace

Ironico, infantile, assurdo, mondano: David Shrigley è indiscutibilmente l’artista visivo del nostro tempo, ma non molti conoscono il suo operato al di fuori dalle illustrazioni che pubblica quotidianamente sui social network. 

In Italia in particolar modo, Shrigley è sempre stato apprezzato principalmente per i suoi doodle dalla comicità caustica e distaccata e ben poco si conosce della sua carriera artistica al di fuori della sua collaborazione con la catena di negozi danesi Tiger. 

Da grandi fan del suo talento artistico e della versatilità che gli ha permesso di portare il suo tocco unico fuori dai limiti delle white gallery, arrivando a stringere collaborazioni anche nel mondo della ristorazione e dello sport, abbiamo raccolto 5 cose su David Shrigley da sapere assolutamente e che – se possibile – vi faranno innamorare ancora di più.

david shrigley
Source: www.davidshrigley.com

Le fotografie e l’esame finale di diploma

Nato il 17 settembre 1968 a Macclesfield, in Inghilterra, David Shrigley è cresciuto a Leicester per poi trasferirsi a Glasgow, dove ha studiato Environmental Art. Il suo modo di mettere in evidenza le storture della realtà contemporanea attraverso il gioco e la provocazione naïf, sono già evidenti nelle sue primissime opere. Non parliamo di illustrazioni, però, ma di fotografie e sculture: come ha raccontato lui stesso in un’intervista pubblicata sul Guardian, il suo show finale alla Glasgow School of Art si rivelò un vero flop, al punto che prese uno dei voti più bassi della sua classe. Noi troviamo le sue fotografie site-specific un piccolo capolavoro, le trovate sul suo sito.

Leggi anche:  Incontrarsi sottopalco su Fortnite
david shrigley blur
Source: YouTube

David Shrigley e i Blur

Se siete fan dei Blur probabilmente lo avrete già notato, altrimenti ve lo diciamo noi: nel 2004, David Shrigley ha co-diretto (in collaborazione con Shynola) il video di Good Song, il singolo della band britannica tratto dall’album Think Tank. La storia raffigura la grottesca storia d’amore tra uno scoiattolo e una sorta di folletto magico. Il finale è decisamente macabro ma non potevamo aspettarci nulla di diverso dal bizzarro talento visionario di Shrigley.

Se non bastasse, nello stesso anno l’artista ha diretto anche il video del brano Agnes, Queen of Sorrow del cantautore americano Bonnie ‘Prince’ Billy’.

david shrigley

Le sculture di David Shrigley

Molto più di un illustratore, David Shrigley ha realizzato anche numerose sculture, alcune più celebri di altre. Nel 2016, per esempio, ha vinto il Fourth Plint Project, un programma istituito per riempire lo storico spazio vuoto del quarto piedistallo di Trafalgar Square con opere di artisti contemporanei. La sua statua, dal titolo Really Good, è rimasta esposta fino al 2018 e raffigurava il famoso gesto del pollice in su in una riproduzione di 7 metri di altezza realizzata in bronzo.

Leggi anche:  15 dischi del 2020 da recuperare

Sempre nel 2016, l’artista ha realizzato un memoriale funebre per onorare uno dei gesti più comuni di sempre: la stesura della lista della spesa.

david shrigley sketch london

David Shrigley e il ristorante Sketch London

Le illustrazioni di David Shrigley restano in assoluto le sue opere più apprezzate, al punto da essere diventate un oggetto pop feticcio di cui fruire anche fuori dai musei (e dall’attivissimo profilo instagram dell’artista). Oltre ai vestiti e agli accessori realizzati in collaborazione con brand e catene di negozi, Shrigley ha portato il suo immaginario anche in un ristorante: lo sketch a Londra, di cui ha gestito la direzione creativa. 

Nelle sue sale in millennial pink, il locale ospita ben 245 disegni originali di Shrigley (sì, proprio quelli che hai condiviso più volte sui social), oltre a un set di piatti con servizio da té in ceramica realizzati da lui. Ora non avete dubbi su dove andare a mangiare la prossima volta che sarete in città.

Leggi anche:  La critica musicale ha ancora senso?
david shrigley calcio
Source: instagram @davidshrigley

David Shrigley e il calcio

Ebbene sì, David Shrigley è un grande tifoso di calcio. La sua squadra del cuore è il Notthingam Forest, anche se in questa (bellissima) intervista su It’s Nice That racconta la natura un po’ casuale della sua scelta.

Quello che sappiamo per certo, è che nel 2015 ha disegnato la mascotte della squadra di calcio scozzere Partick Thistle, di nome Kingsley. Il progetto ha diviso fan e appassionati di calcio, tra chi l’ha definita un’opera in grado di rappresentare l’autentica angoscia del tifo sportivo e chi ha accusato l’artista di essere stato la causa principale dei suoi incubi notturni durante l’infanzia.

Recentemente, Shrigley ha anche realizzato delle maglie da calcio in plastica riciclata per i Rainbow Rovers, una squadra LGBTQ+ del Club Whitehawk FC di Brighton, la città dove vive e lavora oggi.


Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.



di

Nata a Roma nel 1989, ma con il cuore tra le montagne. Lavora come content editor freelance, gestisce un archivio fotografico nostalgico su Instagram e collabora con diverse riviste online, tra cui Cosmopolitan e Vanity Fair.

DylaramaIscriviti alla newsletter

Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.