fbpx
Close
Type at least 1 character to search
Torna su

I dischi più belli usciti a settembre10 min read

I dischi più belli usciti a settembre

La colonna sonora della fine dell’estate è piena di sorprese, di attesi ritorni e di ottime conferme.

di Siamomine

Questo settembre musicale, almeno da un punto di vista discografico e mediatico, è stato sicuramente fagocitato dalla doppia uscita praticamente in simultanea dei dischi di Drake e Kanye West, di cui sicuramente avrete sentito parlare in ogni dove ed evitiamo di farlo per l’ennesima volta.

In questi giorni stanno facendo discutere molto, soprattutto sui social, alcune foto di assembramenti dalle dimensioni da pre-pandemia avvenuti durante i comizi durante la campagna elettorale. Molti musicisti tra cui Salmo, Calcutta, Francesca Michelin, Motta tra i moltissimi altri, hanno postato la loro indignazione chiedendosi come fosse possibile che il mondo della musica dal vivo sia praticamente l’unico a dover rimanere fermo per le norme anti-Covid19 mentre tutto il resto del mondo sembra farsene beffe. Aspettiamo tutti con ansia delle risposte. Prima di passare ai dischi che ci sono piaciuti questo mese, vi segnaliamo questo reportage pubblicato su Siamomine, sul tema della sostenibilità per gli eventi e i concerti dal vivo.

Leggi anche:  Jump like Jordan

Little Simz – Sometimes I might be introvert

Per fortuna il rap vive anche al di fuori delle gigantografie sui grattacieli e delle polemiche esacerbate ad arte in prossimità delle release. La rapper ventiseienne londinese Little Simz è un eccellente esempio, dopo il grande successo del precedente GREY Area, arriva il disco della consacrazione e del salto di qualità anche grazie ad arrangiamenti supportati da un’orchestra che nei diciannove pezzi mostrano tutta l’ambizione di questo lavoro.

little-simz-sometimes-i-might-be-introvert

Jolly Mare – Epsilon

Il terzo disco di Jolly Mare arriva a tre anni di distanza dal precedente e mostra l’artista italiano in grande spolvero. Sonorità pop, italo disco e funk fanno venire innanzitutto una voglia dolorosissima di estate, proprio ora che è appena finita. Un piccolo classico che attinge alla stratosferica tradizione italiana in questo genere.

jolly-mare-epsilon

Low – Hey What

Era uno dei dischi più attesi del 2021 e non ha deluso le aspettative. Si è parlato di capolavoro, ma è difficile non trovarne nella discografia dei Low. Hey What prosegue e eleva la strada già intrapresa in Double Negative del 2018 portando la ricerca rumorosa, estraniante e profonda della band statunitense su un nuovo piano tutto da esplorare.

Leggi anche:  5 neologismi da Smart Working
Low-Hey-What-cover

Nala Sinephro – Space 1.8

Piccola perla arrivata senza preavviso con sommo gaudio per gli amanti del jazz sperimentale che filtra con il minimalismo più sinuoso, che francamente non annoia mai. Otto tracce, otto spazi, un esordio davvero promettente.

Nala-Sinephro

Sleigh Bells – Texis

Ammettiamo che il duo ultra pop statunitense non suscita reazioni sfumate: o si apprezzano o si detestano. Non siamo di certo di fronte a un capolavoro, ma in qualche modo dopo pochi minuti di ascolto ci si finisce dentro e, al netto di qualche scelta odiosa – non sarebbero gli Sleigh Bells altrimenti –  in qualche modo questo disco, se preso per il verso giusto, vi svolterà il pomeriggio.

Sleigh-Bells-Texis

10 000 russos – Superinertia

Ascoltare questo disco genera una super inerzia che ci allontana dalla scrivania e ci porta a imboccare l’autostrada con la macchina, una mano sola sul volante, gomito fuori dal finestrino, vento fresco tra i capelli. Tutto merito delle chitarre, dei riverberi e del mood ipnotico che questo disco mantiene fedelmente dall’inizio alla fine.

Leggi anche:  3 libri che abbiamo letto a maggio
cover-10-000-Russos-Superinertia

DUO – Russian roulette

Sintetizzatori su sintetizzatori senza soluzione di continuità per diciassette tracce. DUO sta per Digital Unit Operated e saranno i vostri eroi se cercate qualcosa di abbastanza alienante da farvi passare l’intera giornata di fronte al computer in un battibaleno.

duo-russian-roulette


Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.



DylaramaIscriviti alla newsletter

Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.