fbpx
Close
Type at least 1 character to search
Torna su
negozi vintage e second hand online

Mappa dei negozi vintage e second hand online23 min read

Mappa dei negozi vintage e second hand online

Una lista (in continuo aggiornamento) di negozi vintage e second hand dove acquistare – anche online! – in Italia

di Siamomine

Illustrazione di Marta Monge

Questo articolo è parte di CONSUMO CRITICO, la nostra serie di articoli, approfondimenti e interviste che indaga il panorama della produzione responsabile per fornire una mappa delle realtà italiane e internazionali che partecipano allo sviluppo di un’economia sostenibile fuori da ogni greenwashing.

Il mercato dell’abbigliamento vintage e second hand gioca da sempre un ruolo fondamentale nell’adozione di scelte d’acquisto etiche e sostenibili.

Acquistare capi vintage o usati, infatti, favorisce lo sviluppo di un’economia circolare incentrata sull’estensione del ciclo di vita dei prodotti e, il più delle volte, ci impedisce di riempire il nostro guardaroba di nuovi acquisti fast-fashion prodotti senza rispetto per lavoratori/lavoratrici e materie prime.

Non solo, l’abbigliamento vintage è particolarmente apprezzato perché permette di acquistare capi di marca a prezzi modici, per questo a volte viene preferito all’acquisto di capi prodotti da brand sostenibili.

Ovviamente, quando si parla di consumo individuale non esiste un manuale di regole universali e incontestabili: ognuno ha le sue esigenze, i suoi gusti e il suo approccio personale nell’acquisto di moda sostenibile, con la consapevolezza che il problema dell’inquinamento ambientale causato dall’industria manifatturiera si risolve attraverso l’azione di aziende e istituzioni, non facendo shopping.

Detto ciò, la moda vintage rappresenta sicuramente una delle soluzioni più affidabili se si vuole ridurre l’impatto dei propri acquisti, ma è importante sapere dove cercare e a quali negozi rivolgersi.

Per questo abbiamo deciso di realizzare una mappa dei negozi vintage e second hand online in Italia dove acquistare vestiti vintage e di seconda mano. Per ridurre l’inquinamento ambientale causato dai trasporti, l’ideale sarebbe scegliere i negozi presenti nella vostra città e recarvici di persona, ma dato che non è sempre possibile abbiamo selezionato solo shop provvisti di e-commerce, in modo da poter acquistare anche online.

Alla fine dell’articolo, troverete anche una lista di app e piattaforme dove vendere i vostri capi oltre che comprare.

Qual è la differenza tra vintage e second hand?

Spesso si tende a utilizzare i termini vintage e second hand come sinonimi, quando in realtà le due parole indicano tipologie di capi molto diverse tra loro.

Un capo si definisce vintage quando: sono trascorsi almeno vent’anni dalla sua realizzazione, è stato confezionato in modo sartoriale e utilizzando materiali di prima qualità, e infine, rappresenta un pezzo iconico dell’epoca a cui appartiene. Sono vintage, quindi, soprattutto i capi di alta moda e sartoriali o modelli particolarmente emblematici, come i jeans Levi’s e l’eskimo anni Settanta.

Un capo di seconda mano, invece, è un capo che è stato già indossato da qualcuno e non deve essere necessariamente di marca o avere più vent’anni per essere venduto come second hand. La moda dell’usato è quella più facile da trovare, anche grazie alle numerose app di vestiti usati in circolazione o alla capillare presenza di mercatini e bancarelle in tutte le città.

Ovviamente, anche i vestiti vintage possono essere usati, ma non è scontato: un attento controllo alla presenza del cartellino e alla condizione generale di tessuto, cuciture ed etichetta può aiutarvi a capire se avete di fronto un capo vintage nuovo o di seconda mano.

Dove comprare vintage online in Italia? La mappa dei negozi vintage e second hand dove acquistare

Di seguito trovate la nostra lista (in continuo aggiornamento) di negozi vintage e second hand online dove acquistare, mentre in fondo abbiamo raccolto una breve lista di app di vestiti usati per vendere i vostri capi.

Leggi anche:  Le ragazze del nuovo cinema indipendente

A.N.G.E.L.O. Vintage Palace è uno dei negozi vintage e second hand più autorevoli a livello nazionale e internazionale. I punti vendita si trovano a Lugo di Ravenna, città natale del fondatore del progetto, e a Faenza, dove è possibile acquistare anche al chilo o a prezzi scontati nella sezione outlet.

La selezione è molto ampia e spazia dai capi vintage e di seconda mano casual o riciclati, ai capi cult e di lusso, realizzati dalle case di moda e dai designer più famosi. Se siete in zona, vi consigliamo di prendere un appuntamento per visitare l’archivio, dove potrete ammirare più di 120mila capi che hanno fatto la storia della moda.

negozi vintage e second hand, angelo vintage palace

Pifebo è uno dei negozi vintage e second hand più famosi sul territorio romano e, da qualche anno, anche su quello nazionale grazie all’apertura di un’e-commerce dedicato alla vendita della sua celebre selezione. 

I cavalli di battaglia dello shop sono soprattutto gli articoli sportivi anni Ottanta e Novanta, il denim e i capispalla, come le giacche in pelle, gli eskimo e i rennini: tutto il necessario per un abbigliamento di seconda mano da portare ogni giorno.

negozi vintage e second hand, pifebo

HUMANA Vintage è una catena di negozi second hand con sedi a Milano, Torino, Verona, Bologna e Roma. Il progetto è gestito dall’organizzazione umanitaria HUMANA People to People Italia, che grazie al ricavato delle vendite finanzia e realizza progetti nel Sud del mondo. La proposta di usato è molto variegata e venduta a prezzi accessibili, sia negli store fisici che nell’app del negozio, grazie alla quale è possibile acquistare online i capi desiderati.

negozi vintage e second hand, humana vintage

Cavalli e Nastri è un vintage shop di Milano famoso per la sua offerta dedicata al mondo del lusso e dell’alta moda. La selezione vede come protagonisti capi iconici realizzati tra il 1920 e il 1990 da designers e stilisti di fama mondiale, da Versace a Yves Saint Laurent. Lo stile complessibo è ovviamente molto particolare e devoto all’eleganza, perfetto soprattutto per chi ama l’haute couture o vuole acquistare un capo per un’occasione speciale.

negozi vintage e second hand, cavalli e nastri

Celestina Vintage è uno shop di vestiti vintage e second hand con sede a Piacenza. Nato come profilo sull’app Depop, il progetto è cresciuto molto trasformandosi presto in un vero e proprio negozio dotato di e-commerce. La selezione di capi per donna predilige stoffe con pattern colorati, camice, blazer e ampie gonne, mentre nella sezione handmade dello shop è possibile acquistare abiti fatti a mano.

negozi vintage e second hand, celestina vintage

Sillabe Collection è un negozio online molto amato per la sue collezioni settimanali di vestiti vintage e second hand. Dopo una settimana di preview sui canali social, infatti, ogni venerdì alle ore 20 viene messa in vendita la nuova selezione di capi, che spesso comprende giacche, camice, jeans e gonne di alta sartoria. Lo stile delle selezioni è classico e romantico, con un tono essenziale che li rende perfetti per abbinamenti di gusto contemporaneo.

negozi vintage e second hand, sillabe collection

Mademoiselle Vintage è un negozio vintage e second hand con sede a Roma, nello specifico nel quartiere Pigneto. Le selezione dello shop è molto curata e spazia dall’abbigliamento agli accessori, prestando molta attenzione all’originalità dello stile e all’inclusività delle taglie. I nuovi capi nell’e-commerce vengono comprati in fretta, quindi vi consigliamo di visitare lo shop di frequente e tenervi pronti all’acquisto.

Leggi anche:  5 pratiche di rigenerazione ambientale
negozi vintage e second hand, mademoiselle vintage

Friperie è un negozio di abbigliamento e accessori vintage e di seconda mano fondato nel 2012 a Bologna. La selezione è molto ampia per incontrare stili ed esigenze diversi, mentre periodicamente è possibile trovare anche mini collezioni realizzate ad hoc in collaborazion con artigiani locali per creare nuovi vestiti partendo da stoffe vintage inutilizzate.

negozi vintage e second hand, friperie

Celeste Vintage è un negozio con sede a Firenze dedicato alla selezione di abbigliamento e accessori vintage di lusso. La selezione è molto curata e comprende solo pezzi unici di designer famosi, con grande attenzione soprattutto per borse e scarpe. Purtroppo il negozio online non è sempre aggiornatissimo, ma i pochi prodotti disponibili sono sempre molto interessanti.

negozi vintage e second hand, celeste vintage

Shop the Story è un’e-commerce vintage e second hand dalla selezione molto interessante. La ricerca dei capi, infatti, si basa esclusivamente sullo scouting di pezzi di alta moda realizzati dagli anni ‘80 a oggi. Il risultato è una selezione non necessariamente vintage, perché comprende anche capi di recente fattura, ma sicuramente accattivante e molto attenta alla valorizzazione dello stile moderno.

negozi vintage e second hand, shop the story

PEZZE Vintage è un negozio di vestiti second hand con sedi a Londra e a Napoli e anche un’e-commerce online. Lo spirito della selezione è moderno e scanzonato, e riflette bene la filosofia dietro il progetto: divertirsi nella scelta di vestiti di seconda mano con un approccio ironico e senza pretese. La scelta è molto ampia e, tra capi indossabili ogni giorni, include anche chicche decisamente interessanti.

negozi vintage e second hand, pezze vintage

Non solo vestiti, ma anche scarpe, borse e accessori. Vintage Afropicks è un altro e-commerce sorto dal successo su Depop e diventato un negozio indipendente con una selezione vintage molto ampia e particolare. Dentro ci trovate tanta haute couture, ma anche pezzi firmati per arricchire il guardaroba di ogni giorno, e una bella sezione dedicata all’oggettistica vintage per arredare casa.

negozi vintage e second hand, vintage afropicks

Zie Pulci è un piccolo negozio online di abbigliamento prevalentemente second hand, con qualche proposta vintage. Si tratta di un altro progetto nato dall’app di vendita di usato Depop e poi approdato a un e-commerce vero e proprio. Qui è possibile acquistare una selezione molto curata di capi dallo stile semplice, ma originale.

negozi vintage e second hand, zie pulci

Saphiro Vintage è un negozio su Etsy dalla proposta contenuta ma interessante, soprattutto se si è in cerca di capi vintage e second hand online facilmente spendibili nei look di ogni giorno. La selezione vede protagonisti soprattutto giacche, camice e capi di maglieria sartoriali e, in alcuni casi, firmati da case di moda importanti.

negozi vintage e second hand, saphiro vintage

Un’altra proposta limitata nei prezzi, ma molto interessante nello stile è quella di Revie, un piccolo negozio online di articoli vintage e second hand. Oltre alla selezione di seconda mano, aggiornata su base settimanale, è possibile trovare anche capelli in feltro, colletti e borse handmade.

negozi vintage e second hand, revie

Lolita Vintage è un profilo instagram gestito da una ragazza italiana a Parigi. La selezione si basa principalmente su capi vintage, con qualche elemento second hand e capi in maglia handmande realizzati su ordinazine. Si tratta di un progetto piccolo ma molto curato, dove curiosare e trovare qualche chicca da aggiungere al guardaroba.

negozi vintage e second hand

App per acquistare e vendere vestiti usati

Come anticipato, qui trovate una breve lista di app da scaricare non solo per l’acquisto, ma anche per la vendita di vestiti vintage e usati.

Una delle app per vendere vestiti usati più famose d’Italia, Depop è la piattaforma che ha lanciato tanti negozi e reseller di abbigliamento vintage. Questo forse non è proprio il suo periodo d’oro, ma resta comunque un ottimo strumento da provare per mettere in vendita capi inutilizzati.

app di vestiti usati, depop

Etsy è la piattaforma dove il vintage si vendeva anche before it was cool ed è tutt’ora una delle più frequentate per l’acquisto di capi che hanno più di vent’anni (è vietata la vendita di abbigliamento più recente). Aprire un negozio su Etsy è abbastanza semplice, anche grazie agli strumenti di gestione un po’ più evoluti rispetto alle altre app con un profilo più social.

app di vestiti usati, etsy

Vestiaire Collective è il marketplace dove vendere e acquistare abbigliamento usato di lusso autenticato. Più che un’app di vendita dal basso sembra un vero e proprio e-commerce curato in ogni dettaglio, infatti il target a cui si rivolge è un po’ più alto rispetto alle altre piattaforme. Il progetto mostra anche una particolare attenzione all’inquinamento ambientale, con una serie di iniziative volte a ridurre gli sprechi, dal packaging ai metodi di spedizione.

app di vestiti usati, vestiaire collective

Vinted è sicuramente l’app per vendere vintage più usata del momento, soprattutto tra le nuove generazioni. Punti di forza della piattaforma sono l’assenza di commissioni sulle vendite e la possibilità di trovare abbigliamento usato (incluso fast-fashion) a prezzi davvero economici.

app di vestiti usati, vinted

LAMPOO è una piattaforma di compravendita di abbigliamento vintage online fondata a Milano nel 2019. La selezione comprende esclusivamente capi di marca e di alta moda, ma anche vestiti, accessori e scarpe mai indossati e ancora provvisti di cartellino.

app di vestiti usati, lampoo

Ancora abbigliamento di lusso di seconda mano sulla piattaforma REBELLE, piattaforma internazionale che offre diverse opzioni per la vendita di vestiti vintage. Infatti, l’app permette di scegliere tra la vendita in autonomia, dalle fotografie del capo alla spedizione, o il servizio concierge, che si occupa della vendita al posto tuo, togliendoti una buona parte dei doveri (ma anche del divertimento).

app di vestiti usati, rebelle


Leggi anche:  3 libri che abbiamo letto a maggio

Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.



DylaramaIscriviti alla newsletter

Dylarama è una newsletter settimanale gratuita, che esce ogni sabato e raccoglie una selezione di link, storie e notizie su un tema che ha a che fare con tecnologia, scienza, comunicazione, lavoro creativo e culturale.